Consigliere Regionale del Friuli Venezia Giulia

Vice Presidente del Gruppo Consiliare "Il Popolo della Libertà-FORZA ITALIA"

Vice Presidente della V Commissione permanente

La Regione intervenga per evitare il licenziamento ingiusto dei dipendenti della Mipot SpA di Cormòns, dopo quasi 40 anni di lavoro.

08 Giugno 2016
Pubblicato in Comunicati stampa

“Come noto la Mipot SpA di Cormòns, società che da 43 anni produce circuiti stampati, che impiega circa 80 dipendenti, il 1 giugno scorso ha ingiustamente licenziato due dipendenti del settore manutenzioni, che è stato repentinamente esternalizzato ad altra azienda, con un blitz che ha visto dipendenti e sindacati davanti al fatto compiuto. In particolare i due dipendenti licenziati lo hanno saputo praticamente il giorno prima. Questi due dipendenti, con quasi 40 anni di anzianità lavorativa. È impossibile che riescano a trovare una occupazione sul mercato. Per ragioni di sostanza e di forma i dipendenti della Mipot hanno incrociato le braccia da una settimana”, afferma il vicecapogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Rodolfo Ziberna.

“Tutto ciò appare ancora più assurdo – aggiunge Ziberna – alla luce del fatto che l’azienda sta chiedendo ai dipendenti maggiori ore di lavoro straordinario e sta pubblicando annunci di lavoro, grazie alle fortunate commesse di lavoro ricevute.”

“Questa ragione – annuncia Ziberna – mi ha indotto a rivolgere un’interrogazione alla presidente della regione Debora Serracchiani ed all’assessore competente, per proporre loro un intervento urgente a difesa di due persone che stanno per porsi in quiescenza e che non avrebbero la possibilità di trovare altra occupazione, chiedendo all’azienda che vengano posti in essere gli ammortizzatori sociali previsti oppure che i dipendenti vengano riassunti, sebbene con mansioni diverse.

Iscriviti alla newsletter

JoomShaper