LA SANITÀ GORIZIANA È STATA GRAVEMENTE COLPITA DALLA GIUNTA SERRACCHIANI

MORETTI LEGGA I DOCUMENTI PRIMA DI DIFENDERE L’INDIFENDIBILE GIUNTA SERRACCHIANI CHE HA PENALIZZATO E CONTINUA A PENALIZZARE LA SANITA’ GORIZIANA, COMPLICE LA SINISTRA ISONTINA
 
"La sanità goriziana è stata gravemente colpita dalla giunta Serracchiani che oggi colpisce nuovamente il primo soccorso e non so se augurarmi che Moretti scriva queste cose perché non conosce affatto la materia o perché deve fare campagna elettorale per una sinistra rea di aver scassato la sanità regionale ed isontina: entrambi i casi da censurare se lo si fa sulla pelle dei goriziani!".

Inizia così la replica del candidato sindaco del centrodestra Rodolfo Ziberna al capogruppo regionale del Pd che ieri aveva contestato la presa di posizione di Ziberna contro la non presenza di personale infermieristico sulle ambulanze. "Il piano emergenza a pagina 20 5.2.2 afferma che soccorso primario e trasporto primario stanno ad indicare il soccorso ed il trasporto in urgenza ed emergenza del paziente da un ospedale Spoke ad hub, per esempio ricorda Ziberna- mentre per trasporto secondario si intende un trasporto programmato con o senza infermiere o medico. La delibera parla di soccorso e trasporto primario- attacca -e   quindi, nulla a che vedere con i trasporti secondari che di solito fanno appunto i volontari. Anche la raccomandazione n. 11 del ministero della salute a pag. 3 fa la stessa distinzione. E poi solo uno sprovveduto può pensare ad un’auto medica per trasporti secondari

Capisco che Moretti debba difendere una giunta regionale indifendibile - insiste Ziberna- ma che lo faccia almeno dopo aver letto i documenti per evitare le sue solite brutte figure! Non sono i cittadini ad essere anormali, lo è questa giunta regionale. Prenda pure per i fondelli i cittadini sul lavoro ed altro ma non scherzi sulla salute. E quando spiegherà all’assessore regionale alla salute che al Pronto Soccorso di Gorizia ci sono file da 8 o 10 ore, se non più, finalmente avrà fatto qualcosa per la sanità provinciale."


Prev Next