CULTURA, VOLANO PER IN BENESSERE ECONOMICO DI GORIZIA

Valorizzare il nostro patrimonio attraverso mostre, rievocazioni, festival, teatro, visite e percorsi guidati, concerti e weekend a tema. Pieno sostegno a eccellenze come èStoria, Premio Amidei, concorsi come Seghizzi, Lipizer, Mercatali e supporto alla progettazione di nuovi eventi legati all’identità di Gorizia. Questi i punti principali dai quali prenderà il via il programma di governo del candidato sindaco di centrodestra, Rodolfo Ziberna.
“Storia, cultura e turismo per Gorizia sono un’equazione imprescindibile, come ha dimostrato l’amministrazione Romoli negli ultimi dieci anni – sottolinea Ziberna. Consolideremo la mappatura completa delle realtà culturali a tutti i livelli, riscoprendo specificità e peculiarità della nostra città e sostenendo la rete fra Amministrazione, istituzioni culturali, associazioni, professionisti, imprese, ma anche gruppi spontanei di cittadini per costruire, insieme, un progetto di ampio respiro per Gorizia. Non a caso, infatti, insieme a Nova Gorica la nostra città potrà candidarsi a capitale europea della cultura”.

Tante idee per una programmazione culturale a 360° e mettere in vetrina la città facendola conoscere a livello nazionale ed internazionale. Sì, quindi, alla Grande Guerra e i Luoghi della memoria, Festival dell’Arte, della Musica e della Moda, Premio Collio collegato ad una nuova manifestazione fieristica Vini&Confini, Giornate dedicate all’alimentazione con il marchio TipiGo. E ancora premi sportivi e culinari che rafforzeranno il brand culturale della città.
Il teatro Verdi dovrà diventare il centro ispiratore e promotore della vita teatrale e culturale cittadina in rete con le altre realtà cittadine, dal Cta all’Associazione Terzo Teatro interagendo con altre strutture come il Kulturni Dom e il Bratuz.
“Uno degli obiettivi – afferma Ziberna - sarà trasformare in “dispensatori” culturali tutti i siti suggestivi della città con concerti itineranti, mostre e altre iniziative in ognuno di essi: Castello, Villa Coronini, Palazzo Lantieri, Palazzo De Grazia e la soffitta del filosofo Michelstaedter. Inoltre, c'è l’idea di promuovere l’iniziativa "Adottiamo un palazzo", rivolto al recupero di edifici storici in degrado”.
 

Prev Next