LE RICHIESTE DI LUCINICO NEL PROGRAMMA DI ZIBERMA

Consigli di quartiere, subito il delegato. Rapporto stretto con il territorio

"Si tratta di richieste assolutamente condivisibili e saranno senz'altro inserite nel mio programma". Accolte senza riserve dal candidato sindaco di centrodestra, Rodolfo Ziberna, le istanze avanzate dai promotori dell'incontro con i candidati svoltosi ieri sera a Lucinico.

"Saranno inseriti fra gli interventi prioritari la sistemazione della sede del Centro civico e il completamento del piano terra della Casa delle associazioni - assicura Ziberna - ma non solo. Anche a Lucinico c'è l’intenzione, fin da subito, di effettuare una ricognizione su punti luce, strade, marciapiedi e aree verdi per programmare gli interventi di manutenzione. Per ciò che riguarda la preoccupazione delle associazioni per il possibile pagamento dell'affitto delle sedi, l'equivalente sarà erogato dal Comune come contributo. Le associazioni rappresentano la vita e la socialità dei quartieri e, quindi, vanno sostenute e non penalizzate". 

In merito all' ipotesi di ripristinare i consigli di quartiere, Ziberna mette in luce la necessità di avviare da subito un rapporto stretto con il territorio cittadino senza attendere 5 anni. "Sulla possibilità di riattivare i "parlamentini" ci ragioneremo tutti assieme  e assieme decideremo - ribadisce - ma io voglio che il dialogo si apra subito. L'ascolto della voce dei quartieri sarà di fondamentale importanza per il Comune se sarò eletto sindaco perché, attraverso le loro peculiarità, sono la vera essenza di Gorizia. Vorrei creare immediatamente  un rapporto molto stretto e diretto con i residenti di ogni quartiere e, per questo, ho elaborato una serie di proposte. Ogni quartiere avrà, subito dopo le elezioni, un consigliere comunale delegato con cui rapportarsi per ogni problema. Sarà istituita la Consulta permanente dei quartieri dove attivare un confronto costante, utile per tutti, in cui si concentrerà la programmazione annuale degli interventi, delle manifestazioni e degli eventi. Non solo, ci saranno dei contatti diretti con il Comune attraverso il ProntoQuartieri, un numero telefonico e una email dedicati dove ogni cittadino potrà segnalare problemi, suggerire iniziative o esprimere opinioni e suggerimenti inerenti il territorio. Insomma, saranno i residenti stessi ad essere protagonisti, senza tanti filtri e passaggi".

Prev Next