ZIBERNA INCONTRA CONFARTIGIANATO GORIZIA: IDEE CONCRETE PER IL FUTURO DELLA CITTÀ

Un incontro molto proficuo è stato quello richiesto dal candidato sindaco di Gorizia del centrodestra Rodolfo Ziberna ai dirigenti di Confartigianato Gorizia. “Per la nostra città oggi è più che mai indispensabile definire linee di sviluppo condivise, dialogando ed individuando strategie coerenti e indicazioni per attuarle”. Questo il commento positivo di Ziberna dopo il confronto con i vertici di Confartigianato.
 
Ariano Medeot e Giuliano Grendene, rispettivamente presidente e vicepresidente di Confartigianato Gorizia, hanno delineato le priorità del settore: ricerca, innovazione, formazione, recupero dell’efficienza produttiva. E ancora ampliamento dei mercati di riferimento, un’attenta attività di pianificazione e controllo e politiche di aggregazione intelligenti.
              
Condivisa, quindi, la necessità di incentivare gli insediamenti nell’aeroporto di Merna, polo attrattivo per nuovi capitali stranieri e lo sviluppo della ZESE (Zona Economica Speciale Europea) per la detassazione delle imprese e dei capitali finanziari attraverso il GECT. Indispensabile per Ziberna sarà attivare un “tutor” per nuovi imprenditori e sostenere le start up. Opportuna anche una figura di riferimento in grado di agevolare l’impresa attraverso una sburocratizzazione concreta ed una visione di sistema unitario e coeso.

“Il centro destra – aggiunge Ziberna - conferma il suo sostegno storico agli artigiani, sempre più vessati dai governi di sinistra nazionali e regionali, la cui cultura e dna rimangono assai lontani da chi produce rischiando ogni giorno il proprio. La Gorizia per la quale insieme lavoreremo è quella capace di generare più posti di lavoro, più ricchezza, di cui anche l’artigianato ne beneficerà.”

Un dialogo costruttivo per ascoltare il programma
di lavoro del candidato sindaco e per dare voce al mondo dell’artigianato. “Gorizia dimostra di avere le risorse per raccogliere la sfida di aprirsi al futuro ed io confermo il mio impegno già profuso in consiglio regionale per realizzare la Gorizia condivisa del futuro”, conclude Ziberna.

Prev Next